Sacile, puoi cambiare. Fallo ora!

Follow on Google+

Cambiare si può e si deve: nel corso degli anni moltissime tradizioni si sono evolute, in sintonia con il presente e verso una vera promozione del rispetto di tutte le forme di vita.
Il cambiamento comporta scelte coraggiose, la forza di non guardarsi indietro e di voltare pagina, magari sacrificando anche un po di orgoglio.
Ma Sacile non deve avere paura di cambiare.

Sacile avrebbe, oggi come non mai, la grande opportunità di mettere la parola fine a quella che è una sagra di sofferenza per migliaia di uccelli, uno spettacolo diseducativo incentrato sulla sopraffazione del più forte sul più debole, un’evento anacronistico legato al passato e non più accettabile in una società che vuole definirsi civile.

Le opportunità per un rinnovamento ci sono, basterebbe il coraggio di voler attingere alle risorse già presenti sul nostro territorio, avviando collaborazioni e sinergie non più con allevatori e lobby venatorie, bensì con realtà che saprebbero far fare a Sacile un salto di qualità, rendendola una città che guarda al futuro e non più al passato.

Perché non fare della vecchia Sagra dei osei di Sacile una VERA festa della natura e delle sue creature ?
Qualche idea ?

Incontri e corsi di Birdwatching e Birdgarden, escursioni e laboratori didattici, mostre, convegni e concorsi fotografici a tema.
Conferenze pubbliche, convegni specializzati con etologi di fama internazionale.
Un Concorso letterario nazionale o ancor meglio internazionale, con racconti ispirati agli uccelli e al loro mondo (fatto di cieli, non di gabbie), nello stile di quanto realizzato nella vicina Maniago con il Premio “Lama e trama”.

Un fine settimana dedicato ad un Festival internazionale del cinema naturalistico ed ambientale, magari allo Zancanaro, che renderebbe Sacile punto di riferimento di un appuntamento specialistico sull’esempio delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone, che attirano esperti da tutto il mondo.

Una mostra internazionale di illustrazioni sugli uccelli, con la realizzazione di un calendario prestigioso e rinomato come quello di Sarmede.

Non mancherebbero di certo le iniziative enogastronomiche, sempre gradite ai visitatori, anch’esse in un’ottica di vero rispetto per ogni vita: da qualche anno la città di Gorizia ospita il Festival Vegetariano, appuntamento che richiama migliaia di persone da tutta Italia e che sta diventando un’importante evento regionale.
Perchè non a Sacile? Una vera festa della natura è anche questo.

Sacile, puoi cambiare. Fallo ora !

 

I commenti sono chiusi.